Chiara sul tetto bianchissimo del nostro dammuso all'Arco dell'Elefante, Pantelleria

10 LUOGHI a Pantelleria PER 10 BAGNI INDIMENTICABILI

Se stai pensando ad una vacanza a Pantelleria e ti stai chiedendo dove fare il bagno, ecco, questo articolo è quello che fa per te!

Come avrai capito dal titolo sono una ragazza di pianura e non sono una nuotatrice provetta, tutt’altro.

Potrei tranquillamente dire che galleggio, mi dimeno senza stile e non ho dimestichezza con l’acqua.

Tuttavia, sono riuscita a godermi ogni singola nuotata nei luoghi che ti citerò di seguito, aiutata soprattutto nell’accesso in acqua da mio marito e dai miei adorabili cognati, che mi facevano da apripista.

Fiori bruciati dal sole
Fiori bruciati dal sole al Lago di Venere

Leggi l’articolo fino alla fine e avrai la lista delle spiagge di Pantelleria in ordine crescente di difficoltà di accesso all’acqua, che ne dici?

Ho un altro problema: soffro ahimè maledettamente il mal di mare quindi ho raggiunto tutte le spiagge di Pantelleria con una mitica Panda noleggiata appena sbarcati sull’isola.

Perché ho scritto che ogni bagno è conquistato ed indimenticabile

Ogni bagno sarà conquistato perché spesso dovrai camminare anche per 15-20 minuti sotto il sole, fare un po’ di sterrato con una Panda a noleggio e un po’ di simil trekking per poter raggiungere il luogo migliore su cui appollaiarti e gustarti un meritato tuffo in un’acqua fresca e cristallina.

Ogni bagno sarà indimenticabile perché ogni località, ogni luogo ha una morfologia e una struttura talmente unica che ti sarà impossibile dimenticare o confondere con gli altri in cui ti sei immerso.

Mi è rimasta impressa una frase che ho letto in una guida insolita ossia che “Pantelleria o la ami o la odi”, al termine dei 15 giorni che ci ho trascorso ho capito, è un’isola ancora molto selvaggia, dove il vento la fa da padrone e nulla puoi fare se non cercare di trovare soluzioni.

Ho letto tantissimo a Pantelleria e su Pantelleria, ti lascio una selezione di libri che ti aiuteranno ad immergerti totalmente in questa isola.

La Perla Nera, Il Dammuso del Nibbio, Pantelleria l'ultima Isola, Pantelleria
Alcuni libri da gustarsi mentre si è a Pantelleria

Partiamo con la TOP TEN dei luoghi dove fare il bagno a Pantelleria??? Andiamo!!!

1. LAGO SPECCHIO DI VENERE

Il Lago di Venere, la spiaggia più accessibile a Pantelleria
Lo Specchio di Venere: un lago con acque termali a Pantelleria

E’ un luogo molto accessibile e facile da raggiungere.

Avrai la possibilità di fare il bagno nel in un lago vulcanico dove convergono le acque di tre forti termali!

Oltre al bagno potrai anche fare un trattamento con i fanghi naturali che coprono il fondale ma che sono facilmente reperibili anche a riva.

L’acqua degrada lentamente di un colore intensissimo, certo non è come essere al mare ma comunque ci siamo veramente fatti un bel bagno. 

Un’altra cosa che ricordo è che trovandosi in una conca non è molto areata come le altre località dove siamo stati.

La spiaggia ha un ampio parcheggio vicinissimo al lungo lago, ed è l’unico luogo in cui ho potuto stendermi comodamente.

Abbiamo pranzato all’ Azienda Agricola MaRai: panini ottimi e anche la granita non è male!

Troverai sicuramente un piatto con i famosissimi capperi di Pantelleria, scopri dove comprarli per fare felici i tuoi amici al ritorno!

2/3. Cala Tramontana e Cala Levante

Onde si infrangono su Cala Tramontana
Cala Tramontana battuta dal vento

Queste due luoghi di Pantelleria sono un must! Ne parlo assieme perché sono molto vicini ma sono anche un asso nella manica: qualunque sia il vento che tira, una delle due sarà sicuramente riparata e potrai farti un bagno.

Certo sono molto affollate perché in entrambe c’è un molo su cui potersi stendere e una scaletta per scendere in acqua.

Cala Tramontana è molto affascinante in caso di vento forte per lo sciabordare delle onde.

A Cala Tramontana potrai gustarti un ottimo aperitivo o una cena elegante e ricercata con un panorama mozzafiato al Ristorante Le Cale

4. Gadir

Sulle guide questo luogo per fare il bagno è molto blasonata per le piscinette di acqua termale che io però non ho gradito molto perché molto strette o molto affollate. 

E’ il luogo ideale per chi vuole fare immersioni, Dive X organizza corsi e noleggio di attrezzatura o ricariche.

A Gadir ho amato il piccolo borgo a ferro di cavallo attorno alla baia con le casette con i pomodori, l’aglio e reti da pesca appesi al sole.

E’ possibile trovare bar e ristoranti proprio sulla spiaggia.

5. Lido Shurhuq: L’UNICO LIDO A PANTELLERIA

Una sdraio al Lido di Shurhuq
Il Lido di Shurhuq a Suvaki, Pantelleria

E’ l’unico lido di Pantelleria e si trova a Suvaki

Sei hai voglia di goderti una giornata al mare più tradizionale e di poterti stendere e riposarti un po’, questa è sicuramente la soluzione giusta! 

L’accesso al mare non è proprio agevolissimo in quanto le scalette portano agli scogli dai quali poi ti devi tuffare.

Nelle prossime località di mare di Pantelleria la difficoltà comincia a salire ma anche il gusto!!!

6. Arco dell’Elefante

L'arco dell'elefante al tramonto
L’Arco dell’Elefante

Questo è stato il luogo in cui ho avuto il primo contatto con il mare di Pantelleria ed è un posto magico per me.

Le rocce laviche che scendono per raggiungere il mare sono come tutte le rocce di Pantelleria, scurissime: non per nulla l’isola è anche conosciuta come “la perla nera”

Le rocce sono state plasmate dal tempo, dal vento e dalle onde del mare e sarei rimasta le ore ad osservarle, una ad una.

Scendendo sulla destra è stata ricreata una piccola piazzola con un gradino per poter entrare più agevolmente in acqua, credo abbiano pensato a tutte le persone come me!!!

Il bagno qui nel tardo pomeriggio è davvero favoloso e mi ricorderò per sempre di essere riuscita ad arrivare fin sotto all’arco, con fatica, scortata da mio marito. 

L’eco del mare sotto quell’arco risuona ancora nelle mie orecchie.

Se stai pensando a dove poter dormire a Pantelleria ho un luogo da sogno che non devo assolutamente consigliarti.

La prima settimana siamo stati nel dammuso Al Caparra proprio sopra l’Arco dell’Elefante: un posto incantevole che non posso non consigliare a chiunque voglia organizzare un viaggio a Pantelleria.

Vista dal dammuso "Al Caparra"
Vista dal dammuso “Al Caparra”

7. BALATA DEI TURCHI

La discesa con la macchina è tosta, ma le guide non sbagliano quando dicono che è bellissima.

Le balate, queste grosse pietre lisce permettono di stendersi abbastanza comodamente e volendo tra le rocce ci possono essere dei piccoli fori dove infilare l’ombrellone.

Certo, il giorno in cui siamo stati noi non saresti riuscito per il fortissimo vento, tant’è che in molti hanno anche rinunciato ad immergersi.

Io invece non ho voluto perdere questa occasione e ti dirò che se la difficoltà più grande è stata proprio quella di gestire le raffiche di vento sia in ingresso sia in uscita dall’acqua.

8. MARTINGANA

Le rocce di Martingana
Un dettaglio delle rocce di Martingana

Armati di santa pazienza a scendere con l’auto o il motorino per la strada dissestata, è veramente ripida, stretta ma non perderti d’animo!

Quando avrai parcheggiato avrai ancora una fatica da fare: anche scendere le rocce per arrivare all’acqua è bello tosto.

Le rocce sono appuntite e bisogna guardare bene come aggrapparsi, quando sarai sulla caletta ti girerai soddisfatta per poter osservare la meraviglia che la Natura ha prodotto.

Ecco la parte dura è stata superata, ora ti puoi gustare un bagno in tutta tranquillità, qui entrare in acqua è proprio agevole. Noi siamo stati al tramonto e c’era pure poca gente!

9. NIKA’

Particolare degli scogli della spiaggia di Nikà
Uno scorcio della spiaggia di Nikà

Questa spiaggia è nota perché a poca dalla costa si può nuotare in mare aperto sentendo il calore delle acque termali che salgono.

Quando siamo stati noi c’era troppo vento per allontanarci cosi tanto dalla costa, la caletta è davvero deliziosa ed è anche possibile trovare un po’ di ombra tra gli anfratti delle rocce.

10. LAGO DELLE ONDINE 

Una delle piscinette naturali al Lago delle Ondine
Una piscinetta naturale al Lago delle Ondine

Da quando parcheggerai nei paraggi del faro ci vorranno ancora una ventina di minuti a piedi per raggiungere il Lago delle Ondine.

Purtroppo il percorso non è segnalato, spero troverai persone che ti indichino la strada come è successo a noi

Quando arriverai avrai due possibilità: 

se c’è vento e vuoi un accesso semplice all’acqua potrai immergerti nelle piscinette, oppure, 

se, come è successo a noi, non c’è vento l’acqua delle piscine naturali sarà scarsa quindi farai fatica a fare il bagno e dovrai ripiegare sugli scogli.

Il bagno qui è stato quello più sfidante per l’ingresso al mare e sono certa che se non avessi avuto mio marito a farmi da apripista non ce l’avrei fatta.

Considera anche un altro particolare: è molto difficile trovare un pezzetto di ombra per potersi riparare.

One Comment

  1. Giusy Andaloro

    Ciao cara,
    ti consiglio di leggere il mio libro “Pantelleria, Fiori d’Ossidiana”.😘
    Mi farebbe molto piacere se lo inserissi in questo sito tra i libri letti da te.
    Grazie
    Giusy Andaloro

Lascia un commento