Chiara Rossi | SmallButGold BLOG

About ME

Ciao! Sono Chiara, 

Sono nata a Gualtieri, un delizioso paese in provincia di Reggio Emilia, ma ho vissuto a Venezia durante gli anni dell’università, ho trascorso 6 mesi a Salisburgo per l’Erasmus, ho vissuto a Mantova per 10 anni e ora abito a Ferrara.

Insegnante di inglese e di tedesco, adoro stare con i ragazzi e sono convinta del fatto che “non tutte le aule abbiano 4 mura”: è per questo che cerco di aiutare i miei studenti ad avere uno sguardo che vada oltre i semplici libri stampati e il programma. Ma per essere credibile, devi fare quello che dici!


Viaggiare per me è questo: conoscere e superare i miei limiti, uscire dalla routine, togliermi certezze che altrimenti rischierebbero di sclerotizzarmi, relativizzare e chiedermi il perché delle cose.

Ho viaggiato fin da piccola per studiare le lingue, mi sono trovata a dovermi confrontare con culture e stili di vita diversi dai miei avendo sempre come obiettivo la comunicazione e il contatto con gli altri; ho viaggiato all’avventura con mio padre armati solo di una cartina stradale Michelin e disegnando sulle tovagliette ciò che avremmo voluto mangiare dal momento che non conoscevamo la lingua. 

Chiara Rossi | SmallButGold BLOG - About me
Chiara Rossi | SmallButGold BLOG – About me

Il viaggio itinerante è per me sinonimo di libertà, di rottura della routine, della mancanza di orari, come se quel movimento si trasformasse in energia cinetica capace di ricaricare le pile dell’entusiasmo fino al viaggio successivo. Ho adorato l’Interrail in Olanda con le amiche di Venezia, memorabile il nostro arrivo nell’hotel a 5stelle sporche dopo 24 ore di treno e con gli zainoni sulle spalle; i viaggi in macchina in Croazia e in Sicilia con una cara amica, (ribattezzate anche Vanda&Luisa): l’ostello a Zagabria (come definirlo…basic?!?!) e la stanza più calda di sempre a Selinunte.

Prima ho viaggiato solo per vedere monumenti, piazze e musei, ma mi sono accorta che ciò che rende unico un viaggio è quando riesci ad individuare il genius loci. 

Poi ho scoperto quanto stupore, meraviglia e ricchezza ho trovato nei luoghi minori -quelli più lontano dai percorsi patinati-, della bellezza tra le crepe di un palazzo, dove ha trovato la sua sistemazione una famiglia di allodole che si stupisce che qualcuno le abbia scovate. Ma anche della gioia nello scoprire luoghi meno noti delle grandi città.

Oggi, ho bisogno di conoscere, di sentire un luogo e non solo guardarlo e quindi di aggiungere ulteriori elementi: un libro, una personalità che abbia dato tanto al posto dove mi trovo, un film, un evento storico recente, una ricetta, un artigiano locale o un produttore di una specialità di quella meta sono un ottimo modo per immergermi.

Viaggiate
che viaggiare insegna a resistere
a non dipendere
ad accettare gli altri non solo per quello che sono
ma anche per quello che non potranno mai essere
A conoscere di cosa siamo capaci
A sentirci parte di una famiglia
Oltre frontiere, oltre confini,
Oltre tradizioni e cultura,
Viaggiare insegna a essere oltre

GIO EVANS

Se il progetto ti piace, seguimi! E se conosci un luogo sottovalutato per le sue potenzialità e per la storia che racconta, consigliarmelo, sono tutt’orecchi!