Recanati

Cosa fare due giorni nelle Marche tra vini, borghi e case di poeti.

Le Marche sono state la prima tappa scendendo verso la Sicilia e mi sono accorta che è una regione che ha molti ingredienti che io ricerco quando viaggio: enogastronomia, piccoli borghi e cultura!

Le Marche sono state una scelta azzeccatissima, Recanati, Morro D’alba e Jesi mi hanno fatto scattare una domanda: ma perché non ho ancora visitato questa regione come si deve?

Le vacanze da bimba

In questa regione i miei genitori ci hanno trascorso alcune estati a fila quando eravamo ancora piccole ma purtroppo non ho molti ricordi se non quelli che ho fatto miei dai loro racconti.

Quando una meta è così vicina, la sentiamo come poco “esotica” e quindi rimandiamo, rimandiamo, rimandiamo.

Paesaggi campestri
Paesaggi campestri

all’insegna di cultura ed enogastronomia

Ho trascorso due giorni nelle Marche all’insegna di cultura ma anche di assaggi di vino e di buon cibo! Partiamo? 

Di primo acchito mi ha ricordato la Toscana per le colline di grano appena trebbiato e disseminati di filari di alberi e cespugli, di campi di girasoli in via di maturazione e balle di fieno al sole a seccare e le strade attorcigliate attorno a splendidi borghi.

Vi do giusto un assaggio della nostra due giorni nelle Marche ma vi prometto che ci torneremo presto per continuare a raccontarvela.

RECANATI

La prima tappa è Recanati in provincia di Macerata, un borgo che tutti collegano con Giacomo Leopardi, il suo abitante più illustre.

E’ un piacere passeggiare per le stradine di questo borgo dove tutto ruota alla figura dell’illustre poeta.

CASA LEOPARDI

La casa natale di Giacomo Leopardi è una tappa imperdibile, sarai accolto da uno staff appassionato che ti condurrà nella visita delle stanze dove lo scrittore ha trascorso la sua infanzia.

Quando decidi di visitare Casa Leopardi, potrai scegliere tra diversi percorsi: noi abbiamo scelto “Ove abitai fanciullo” e “il Museo”,  purtroppo la “Biblioteca” non era aperta, ma sarà un ottimo motivo per tornare!

Recanati, la chiesa di Santa Maria di Montemorello
Recanati, la chiesa di Santa Maria di Montemorello

OVE ABITAI FANCIULLO

È un percorso che ti permette di visitare anche gli spazi più intimi, quella parte della casa che Monaldo Leopardi, padre di Giacomo, ha riservato ai giochi e al riposo dei fratelli Leopardi.

Il piano nobile è composto da sale eleganti ed affrescate, ricchissime di oggetti tutti importanti nella vita dello scrittore.

Ho apprezzato davvero il fatto di avere una guida per ogni stanza che ti accogliesse e ti spiegasse, a cui poter porre domande per arricchire la propria scoperta.

E’ stato davvero commovente vedere i luoghi in cui Giacomo giocava con i suoi fratelli e vedere le macchie di inchiostro sul comodino!

Purtroppo non ci è stato possibile visitare l’”Orto sul Colle dell’Infinito”. E’ stato inaugurato nel 2019. E’ il primo Bene Fai delle Marche ed è un’opera molto inconsueta. Il Fai lo definisce “una visita guidata dentro una poesia, l’Infinito”

Non perderti però la passeggiata che costeggia l’Orto e affaccia panorama che vedeva Leopardi dall’Orto.

A Jesi siamo seguito le tracce di Federico II, ma per questa cittadina serve un articolo a parte! 

Recanati, Il panorama dal Monte dell'Infinito
Recanati, Il panorama dal Monte dell’Infinito

E ORA UN BUON BICCHIERE DI VINO

ALla CANTINA LUCCHETTI

La seconda tappa ci porta invece alla scoperta della bellissima Cantina Lucchetti a Morro d’Alba, su consiglio di una collega di questi luoghi.

La cantina Lucchetti è una bella realtà famigliare ormai alla terza generazione di vinificatori. Arriviamo verso le 11,30, non abbiamo chiamato per prendere accordi ma Luca ci riserva un’accoglienza con i fiocchi e ci dedica tutta la sua attenzione e passione per raccontarci come nascono i loro vini.

Ma partiamo dall’inizio!

La Cantina Lucchetti
La Cantina Lucchetti a Morro d’Alba

DAl Nonno ARMANDO AL giorno ad oggi

Il nonno Armando ha piantato la vigna 40 anni fa ed è la stessa che ancora oggi produce l’uva da cui si produce il vino top di gamma. 

Questa storia mi ha già conquistata, mio nonno era un produttore di vino e io mi sento a casa!

che vini vorresti assaggiare?

I prodotti della cantina Lucchetti a Morro d'Alba, Ancona
I prodotti della cantina Lucchetti a Morro d’Alba, Ancona

Qui troverete diverse tipologie di Verdicchio, Lacrima di Morro d’Alba, Passito di Lacrima e Vino di Visciole.

I vini parlano di famiglia e del podere di casa, Guardengo è il nome del fiumiciattolo su cui affaccia la vigna di questo vino, Vittoria, Maria Sole e Siria sono le figlie del Sig. Mario il titolare.

I nomi della figlie sono diventati i nomi dei preziosi vini prodotti dalla cantina. Le 150.000 bottiglie prodotte all’anno provengono tutte dalle uve delle vigne e non ci sono conferitori esterni.

COME SI OTTIENE UNA QUALITA’ Eccellente!

Ciò che mi ha sorpreso della produzione dei vini è la selezione delle uve che viene fatta direttamente alla vendemmia, per garantire un prodotto dalla qualità eccezionale.

I preferiti sono quelli lunghi con acini diradati, che non siano rotti e non presentino muffe.

La tradizione chiaramente non può dimenticare la tecnica, anche in questo la Cantina è all’avanguardia.

La maturazione del vino, infatti, viene fatta non in botti di legno che possono modificare il sapore e il gusto ma in botti di cemento. Queste botti sono rivestite da una vernice e questa tecnica permette al vino di non subisce shock termici e rimane immobile.

Se ti è venuta voglia di assaggiare uno di questi vini, dallo shop online l’azienda fa spedizioni ai privati ma anche anche un buon canale negli Stati Uniti.

Lascia un commento